Ariano Folkfestival | cool
1
archive,paged,category,category-cool,category-1,paged-17,category-paged-17,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-1.9,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.3,vc_responsive
treno

AFF ON TRAIN // DOMENICA 4 AGOSTO

La storia è questa, ci viene troppo difficile stare fermi fino al 15 di agosto, giorno di inizio del Festival.

Poi è successo che gli amici del Carpino Folkfestival ci hanno gentilmente invitato a prendere parte ad un evento davvero particolare. Domenica 4 agosto faremo festa insieme a loro sulla tratta ferroviaria San Severo/Carpino in occasione della manifestazione “Cantar Viaggiando – una valigia di ricordi, un viaggio slow a bordo dei vagoni delle Ferrovie del Gargano”.

Ospiti della giornata:

Nomad set – “Aff in Cff”
Don Pasta – Emigrante con dispensa occupata da passata di pomodoro fatta in casa e vinile

Partenza dalla stazione di San Severo alle ore 16.00

Allora chi è che sale in carrozza con noi?

Ringraziamo il Carpino Folkfestival per l’ospitalità. Il Carpino Folkfestival si terrà dal 4 al 10 agosto.
P.S. Per gli arianesi interessati a partecipare all’evento si sta organizzando un autobus da Ariano Irpino per arrivare a San Severo. Per maggiori info rivolgersi al Bar Moderno in Piazza Plebiscito.

 

 

0
aff_2013

Siamo tornati, più freschi e tosti che mai

Scusate l’incipit un po’ autoreferenziale ma ci tenevamo a sottolineare che questi giorni di “attesa” sono serviti a rifarci un po’ il trucco ed accogliervi nel migliore dei modi sul nostro nuovo sito.

Giustificazioni a parte direi che vi conviene prendere subito visione del ricco programma di questa diciottesima edizione dell’Ariano Folkfestival.

PROGRAMMA GENERALE

Spulciatevi per bene anche tutte le aree collaterali:

AREE COLLATERALI

Nonché i vari servizi a disposizione di chi prenderà parte all’evento.

SERVIZI

Tornate presto a trovarci perché abbiamo delle news interessanti da comunicarvi.

0

Colori ed immagini in movimento. Cinezone, la rassegna cinematografica dell’AFF

Partecipare all’Ariano Folk Festival è, tra le varie cose, una vera e propria esperienza di viaggio: si incontrano, attraverso la musica e le canzoni, culture diverse, si scoprono nuovi mondi.

In questi anni, senza nemmeno accorgercene, abbiamo attraversato il globo in lungo e in largo, percorso migliaia di chilometri, pur rimanendo, alla fine, fermi in pochi metri quadrati.

La Cinezone, la rassegna cinematografica dell’AFF, aggiunge all’esperienza sensoriale del suono e della musica, quella delle immagini, dei colori, delle parole. Durante il Festival, per qualche ora al giorno, dimenticherete di essere seduti su delle comode poltrone, dimenticherete anche di essere in un cinema, perché vi condurremo in un viaggio attraverso realtà lontane e spesso sconosciute: le vedrete dall’interno, respirandone l’odore, conoscerete i protagonisti.

Il percorso di quest’anno parte da Londra, nei sobborghi della città, per incontrare le varie tifoserie di calcio, in particolare i temibili supporters del West Ham, con le loro vite regolari e monotone che esplodono, violentemente, quasi con la stessa regolarità, il giorno della partita (Hooligans, 18 Agosto); la seconda tappa è Sarajevo, Srebrenica, Tuzla, i luoghi dei massacri e dei genocidi avvenuti, nei primi anni ’90, durante la Guerra dei Balcani (Rata Nece Biti!, 20 Agosto); la fermata successiva, invece, è la stazione di Bucarest, tra i boskettari – ragazzi di strada che vivono nelle fognature, respirando colla e vendendo il proprio corpo per pochi spiccioli – visti, però, attraverso gli occhi di un magico clown, Miloud Oukili, che alla fine riesce a redimerli e ad insegnare loro il rispetto per sé stessi (Pa-ra-da, 21 Agosto); poi, saremo ancora in Inghilterra, stavolta tra un gruppo di skinheads all’epoca della guerra delle Falklands e del governo di Margaret Tatcher (This is England, 22 Agosto); il viaggio, infine, prosegue, ancora nei Balcani, tra atmosfere surreali ed episodi tragicomici, con un omaggio ad Emir Kusturica e allo sceneggiatore dei suoi primi due film, il poeta Abdullah Sidran (Ti ricordi di Dolly Bell?, 23 Agosto).

Vi segnaliamo, in particolare, gli appuntamenti del 20 e del 23 Agosto: al primo, infatti, sarà presente Edvige Ricci, curatrice del progetto Adopt Srebrenica, e un altro ospite – ancora da confermare – che, con la loro esperienza personale, completeranno la visione del documentario “Rata Nece Biti!”; ospite del secondo, invece, sarà Piero Del Giudice, curatore di Romanzo Balcanico, un bel libro sulla figura e le opere di Abdullah Sidran, poeta, scrittore, drammaturgo bosniaco.

0